Adobe Media Encoder non parte

Adobe Media EncoderAdobe Media Encoder non ne vuole sapere di partire. Ad un tratto, non funziona più! Non parte da Premiere, da After Effects e nemmeno nella versione stand alone.

E’ successo a me così come a tantissime altre persone che Adobe Media Encoder funzionasse più, ora che ho trovato la soluzione voglio metterla a disposizione di tutti (visto che anche sui forum Adobe è difficile trovare una risposta che risolva il problema).

Qualcuno ha addirittura risolto reinstallando tutta la suite, operazione che mi secca non poco per il tempo che serve per disinstallare e reinstallare tutto.


Ma ecco la soluzione se anche il tuo Adobe Media Encoder non parte più:

Nella cartella C:\Program Files (x86)\Common Files\Adobe\SLCache (su win 7, se avete altre versioni o un altro OS dovrete cercarvi la cartella corrispondente) troverete un file dal nome un po esotico… “X19zbGNfZmVhdHVyZXNfXw==.slc"

Trovato?

Bene, ora cancellalo (fallo, non aver paura, non esplode il pc!)

Ok, ora fai partire Adobe Media Encoder.

Funziona vero?

Se anche a te ha funzionato, lascia un commento qua sotto, sarai d’aiuto a tanta altra gente!

Il mio Social Media marketing non funziona!!

Il mio Social Media Marketing non funziona!! 

Ecco cosa mi sento dire spesso. A questa affermazione, rispondo con alcune domande:

Da quanto tempo stai attuando la tua strategia di social media marketing?
Nella stragrande maggioranza dei casi, meno di sei mesi. Nessuno al mondo, nemmeno i brand con budget milionari, hanno attuato una strategia in un così breve lasso di tempo.

Occorre tempo, molto tempo. Ma soprattutto, costanza: il social media marketing non finisce mai, va sempre coltivato e tenuto vivo. Sempre.

Che tipo di risultati ti aspetti?
Generalmente, la risposta varia da 2000 “mi piace” e, di conseguenza, decine di vendite.

La risposta giusta è, in questo caso, far crescere la community di clienti, ottenere buoni feedback e aprire un buon canale di vendita. Il resto verrà dopo.

Come misuri il successo della tua strategia?
La risposta è simile alla precedente: numero di “like”, visite al sito e vendite.

Il successo dovrebbe, invece, essere misurato con la qualità dell’ engagement, grado di soddisfazione del cliente e la misurazione dei feedback positivi contro quelli negativi (o neutri)

Le piccole aziende, così come i grandi Brand, pretendono subito risultati stellari dal loro social media marketing, soprattutto un ROI immediato.  In caso contrario, l’affermazione è sempre la stessa: il social media marketing non va bene per la mia azienda.

Allora, per chi ancora pensa a un ROI immediato, ho una brutta notizia: scordatelo. Ma soprattutto scorda il meccanismo del ROI nella la pubblicità tradizionale: il social media marketing è tutt’altro.

Il vero, impagabile ROI del social media marketing, è:

  1. La possibilità di ascoltare i clienti. Questo non ha prezzo, riflettici!
  2. Grandissime opportunità di inserirsi in conversazioni e condurle (o, comunque, parteciparvi), facendo così ottima impressione.
  3. Comunità invece di soli clienti. La differenza è incredibile. Se avete pazienza nel costruire una comunità invece di un freddo database di clienti, avrete finalmente sfruttato quella magica parola “passaparola” tanto cercata offline fino a qualche anno fa. Ma questa volta, sarà vera e autentica e si diffonderà in maniera esponenziale.

Come scaricare Camera Raw 8.2

Nuovo aggiornamento per i possessori di Photoshop CS6 e Photoshop CC (Camera Raw 8.2).

L’aggiornamento riguarda le seguenti fotocamere:
Canon
Canon EOS 70D
Canon PowerShot G16
Canon PowerShot S120 (preliminary)

Casio
Casio Exilim EX-ZR800

Fujifilm
Fujifilm FinePix HS22EXR
Fujifilm FinePix HS35EXR
Fujifilm FinePix S205EXR
Fujifilm X-M1

Leica
Leica C (Typ 112)

Olympus
Olympus E-M1 (preliminary)

Panasonic
Panasonic Lumix DMC-GX7
Panasonic Lumix DMC-FZ70
Panasonic Lumix DMC-FZ72

Pentax
Pentax Q7
Pentax K-50
Pentax K-500

Sony
Sony DSC-RX100 II
Sony A3000 (ILCE-3000)
Sony NEX-5T

Come al solito, è possibile scaricare e aggiornare Camera Raw direttamente dal programma, nella finestra “aiuto->aggiornamenti”.

Se il tuo computer non è connesso a internet, allora devi spostarti su un computer dotato di connessione e scaricare direttamente su un supporto removibile gli aggiornamenti, per poi installarli sul computer su cui è installato Photoshop CS6 o Photoshop CC.


Ecco i link per scaricare direttamente gli aggiornamenti di Camera Raw 8.2:

Photoshop CC: Windows | Mac

Photoshop CS6:  Windows | Mac



style="display:inline-block;width:728px;height:15px"
data-ad-client="ca-pub-8338887591827570"
data-ad-slot="9600992988">

PROKIT 25 – Professionally Used Actions Pack – Azioni Photoshop

25 azioni di Photoshop – per le vostre foto di matrimonio e foto commerciali, lluminazione avanzata, due tonalità e le azioni di affilatura.

Questi sono effetti multilivello che richiederebbero ore per farlo manualmente. Un potente toolkit commerciale, facile da usare e pronto all’uso!


Download PROKIT 25 – Professionally Used Actions Pack



style="display:inline-block;width:728px;height:15px"
data-ad-client="ca-pub-8338887591827570"
data-ad-slot="9600992988">

Social Media: gli errori più comuni da evitare

Andando in giro per la rete, mi sono imbattuto in un interessante articolo di Angela Booth: Surviving Social Media: 5 Mistakes to Avoid.

social media marketingVi riporto una libera traduzione perché mi è parso un articolo interessante per gli utenti italiani.

Anche a me è capitato di sentirmi dire “a me i social media non funzionano” oppure “lì sopra si perde solo tempo, ho provato ma non è servito a nulla“.

Se anche tu hai pensato qualcosa del genere, molto probabilmente hai commesso degli errori, alcuni dei quali sono:


1) Mancanza di pianificazione

Prima di avviare una campagna sui social media, hai fatto una pianificazione? Ne sono sicuro: la tua risposta è no :)

Non avviare una campagna sui social media da sola, integrala con tutto il resto del tuo marketing:

  • Integra la tua campagna sui social media con l’ottimizzazione per i motori di ricerca (SEO) del tuo sito, crea buoni contenuti per il tuo sito e usa i social media per promuoverli e stabilire connessioni (engagement) con i tuoi lettori;
  • Integra i social media con le campagne di email marketing, incoraggia i destinatari delle tue email a connetterti con te sui social media
  • Integra i tuoi eventi con i social media, qualunque esso sia rendi partecipi i tuoi lettori

2) Impazienza

Non essere impaziente, il tuo pubblico aumenta nel tempo, non in due giorni o una settimana; evita di cadere in trappole come comprare i followers o likes, oppure partecipare a schemi di scambio like: non servono a niente. Il marketing non è una gara a chi ce l’ha più lungo ma a chi lo usa meglio (e scusate, ma quando ci vuole, ci vuole)

3) Mancanza di connessioni (engagement) 

I Social Media si chiamano così perché le persone che li utilizzano socializzano. Quindi lo devi fare anche tu. Sii sempre disponibile, coinvolgi i tuoi clienti (o possibili tali) a parlare con te, rispondi alle domande e fanne a tua volta. Sii sempre presente, ringrazia anche solo per un like.

Considera anche la possibilità di offrire buoni sconto o di creare un contest.

4) Hashtag

Ora anche Facebook usa gli hashtag (quelle paroline precedute dal cancelletto #). Sono molto utili, ma non devi eccedere nell’uso: un messaggio pieno di hashtags è confusionario e di difficile lettura per cui, molto probabilmente, il lettore smetterà di leggere dopo due parole. Usane non più di due o tre al massimo, creane una tua personalizzata e chiedi a chiunque sia coinvolto con la tua attività di utilizzarlo.

5) Non essere logorroico

Qualunque social network tu stia utilizzando, usa messaggi brevi, scrivine di lunghi solo occasionalmente. Su Twitter, ad esempio, hai un limite di 140 caratteri: non utilizzarli mai tutti, lascia un po di spazio per chi volesse retwittare il tuo messaggio! Ricorda che le immagini catturano l’attenzione meglio di qualsiasi parola, per cui allega sempre un’immagine ai tuoi post.

Ok, sei arrivato a leggere fin qui, ora fai ripartire di nuovo la tua campagna sui social networks, vedrai che funziona!!

Facebook e la ‘Graph Search’: a quando l’attivazione?

facebook graph searchFacebook ha annunciato da qualche mese che stava espandendo le capacità della sua funzione “Graph Search” per aiutare gli utenti a navigare e trovare informazioni all’interno dei post sul più grande social network del mondo.

“A partire da oggi, Graph Search include i messaggi e gli aggiornamenti di stato. Ora l’utente sarà in grado di cercare gli aggiornamenti di stato, le didascalie di foto, check-in e commenti e trovare cose in comune con voi”, ha detto la società in un comunicato.


“Cerca gli argomenti che ti interessano e vedi cosa i vostri amici stanno dicendo, come ‘Ballando con le stelle’ o ‘post su Ballando con le stelle dei miei amici.’”

Facebook ha lanciato il servizio nel mese di gennaio, nel tentativo di aiutare i membri a navigare meglio nella la grande quantità di informazioni su Facebook, che non sono disponibile sui motori di ricerca web come Google. Ma, al momento, mancavano informazioni dettagliate dei messaggi dei membri (i risultati riguardavano soltanto i nomi delle persone, pagine o gruppi).

Facebook ha sottolineato che il nuovo servizio non è rivolto alla ricerca sul Web, ma può aiutare a trovare alcune informazioni archiviate all’interno della rete e nel contenuto dei profili degli amici. Utilizza il motore di ricerca Microsoft Bing per setacciare i contenuti in Facebook.

La società ha detto inoltre che sta lanciando lentamente la nuova Graph Search ampliata a “un piccolo gruppo di persone che attualmente utilizzano la Graph Search e continueremo a migliorare questa modifica seguendo i feedback.”

Facebook ha anche detto che la Graph Search rispetterà la privacy, e che la gente può vedere solo il contenuto che è stato condiviso con loro o posti a disposizione del pubblico.

In italia questa funzione ancora non è disponibile, ormai sono mesi che aspettiamo. Se vuoi iscriverti anche tu per metterti in lista d’attesa per provare la nuova funzione visita questo link: www.facebook.com/about/graphsearch.

iPhone: Come aggiornare a ios7

L’ultimo aggiornamento del sistema operativo IOS rilasciato da Apple: ecco un video che spiega come effettuare l’aggiornamento a IOS 7:

Canon CD-LabelPrint e l’errore “A compatible printer for printing CD media was not found”

Ultimamente ho reinstallato windows 7 x64 su una macchina e, dopo aver installato sia i driver della stampante (Canon PIXMA iP4600) e il software CD-LabelPrint per stampare le etichette dei cd e/o dvd, il programma non partiva visualizzando questo errore:

A compatible printer for printing CD media was not found

“A compatible printer for printing CD media was not found”

Questo probabilmente è dovuto alla non completezza dei driver per sistemi a 64 bit. Dopo varie ricerche ho trovato la soluzione.

Senza dover disinstallare ne i driver ne il software, basta scaricare e installare il software ”Canon Inkjet Printer Driver Add-On Module“. Una volta scaricato, il file dovrà essere prima decompresso e poi installato (fa tutto automaticamente).


Ecco i link:

CD-LabelPrint:
CD-LabelPrint v. 1.4.2 (Windows Vista/Vista64/XP/2000/Me/98)

Canon Inkjet Printer Driver Add-On Module (PIXMA iP4600):
Canon Inkjet Printer Driver Add-On Module

I suddetti links sono per la Canon PIXMA iP4600, ma il procedimento vale per tutti i tipi di stampante. Basta cercare il proprio modello di stampante Canon su http://software.canon-europe.com/

5 Lightroom Presets per la fotografia

Ecco 5 nuovi Presets per Lightroom!
Le anteprime sono visibili nell’immagine sotto. Facilissimi da installare, come tutti i preset per lightroom.


Lightroom presets

 

Download

Social Media Marketing report 2013

Social Media Examiner ha appena pubblicato il suo nuovo report sul Social Media Marketing per il 2013. Un questionario posto a circa 3.000 marketers professionisti. I risultati sono molto interessanti, di seguito quelli più importanti che ho notato:

Innanzitutto, il 97% ha affermato di usare i social media per il loro business mentre l’86% lo considera come un fattore fondamentale del proprio marketing aziendale (nel 2012 era l’83%, quindi un +3%).

Le aree in cui i marketers vogliono approfondire sono le tecniche di approccio ai social media e i migliori metodi per migliorare l’engagement con i loro utenti.

Youtube occupa la prima posizione nei prossimi obiettivi dei marketers: il 69% di essi vuole incrementare notevolmente il suo utilizzo facendo diventare youtube il primo obiettivo su cui investiranno nel 2013.

Vogliono sperimentare di più i blog: mentre il 58% dei marketers già utilizza un blog, il 62% vuol capirci di più circa la sua ottimizzazione e il 66% ha pianificato un incremento nell’utilizzo dei blog.

La sorpresa: il podcasting. Solo il 5% dei marketers è coinvolto nel podcasting, ma il 24% ha pianificato il suo utilizzo (un aumento di 5 volte!) e il 32% di essi ha pianificato almeno di studiarne le potenzialità.

Facebook e Linkedin sono i due social networks più importanti (e utilizzati) dai marketers. Se forzati a sceglierne uno, il 49% ha scelto Facebook contro il 16% che ha scelto Linkedin.

L’aumento della visibilità è il maggior beneficio dei social networks secondo l’89% dei marketers.

2013surveyIl grafico a lato mostra chiaramente come l’utilizzo dei social networks sia aumentato negli ultimi anni. Infatti, solo il 5% dei marketers intervistati usa i social networks da più di 5 anni, mentre il 30% li usa da meno di dodici mesi, e questo la dice lunga sull’ importanza dei social nel marketing.


Il report completo è scaricabile direttamente dal sito  di Social Media Examiner

Social Media Marketing report 2013

Aprire diverse versioni della stessa immagine con camera raw

Uno dei problemi dei fotografi che scattano in raw e non è aprire diverse versioni della stessa immagine. Oppure, lavorare in maniera diversa la stessa immagine e aprire solo la migliore. Ma le applicazioni di questo modo di aprire la stessa immagine per applicare diverse lavorazioni sono infinite: il sistema è tanto semplice ma poco pubblicizzato…vediamo come procedere:

1) Dal menù file di Photoshop scegliere “apri” (nessuna novità per ora, giusto?)
photoshop

2) Selezionare il file da aprire (può essere indifferentemente un file jpg, tiff o raw);

3) Nella casella “Nome File” apparirà il nome del file: aggiungi le virgolette all’inizio e alla fine: “DSC_3577″;

4) Seleziona il nome del file (comprese le virgolette), copia il tutto e incollalo più volte alla fine (tante volte quante versioni del file vuoi avere);

nome file photoshop

5) Una volta finito di incollare clicca su “apri” a destra;

6) A questo punto si aprirà Camera Raw con lo stesso file aperto più volte. Adesso puoi applicare diversi effetti a ciascuna immagine e vedere immediatamente il risultato. Puoi selezionarle tutte per aprirle in photoshop o salvarle direttamente da Camera Raw.

aprire più immagini in camera raw


7) In questo caso, ho applicato modifiche grossolane per evidenziare le differenze tra un file e l’altro e, quindi, ho aperto i files in photoshop;

Untitled-4

Nel file (jpg o raw) rimarrà memorizzata l’ultima versione delle modifiche.

Aprire diverse versioni della stessa immagine con camera raw

Come cambiare la lingua di Photoshop

A molti sarà capitato, come è successo a me, di trovare delle azioni interessanti, ma in inglese. Il problema di queste azioni è che non riconoscono il nome dei livelli, per cui se l’azione crea un nuovo livello, questi sarà chiamato “Livello 1“: in seguito, l’azione cercherà “Layer 1“, e, non trovandolo, si fermerà chiedendoci che fare.

cambiare la lingua a photoshop

A questo punto sicuramente avrete fatto come faccio io, rinomino prima il livello in Layer 1 e poi faccio proseguire l’azione.

Nulla di più seccante, soprattutto se si tratta di azioni lunghe per cui questo procedimento va fatto anche decine di volte rendendo l’azione inutilizzabile.

Fatte le mie dovute ricerche, ho trovato una soluzione molto comoda e veloce per cambiare il linguaggio di photoshop, anche solo momentaneamente. Il file della lingua risiede nella cartella C:\Program Files\Adobe\Adobe Photoshop CS6 (64 Bit)\Locales\it_IT\Support Files nel caso della versione a 64 bit e nella cartella C:\Program Files (x86)\Adobe\Adobe Photoshop CS6\Locales\it_IT\Support Files per la versione x86 (32 bit).


Il file in questione è “tw10428.dat“: basta rinominarlo in “tw10428.dak“, avviare photoshop e questi partirà con il linguaggio di default, l’inglese. A questo punto possiamo tranquillamente utilizzare la nostra azione senza che si blocchi.

Per cambiare nuovamente la lingua di photoshop e far tornare la versione italiana, basta chiudere il programma, rinominare il suddetto file in “tw10428.dat” e riavviare Photoshop.


style="display:inline-block;width:728px;height:15px"
data-ad-client="ca-pub-8338887591827570"
data-ad-slot="9600992988">

Se hai trovato utile questo articolo condividilo con i tuoi amici. Se hai ulteriori domande lascia un commento. Grazie :)

Come cambiare la lingua di Photoshop